"IO NON RISCHIO": Sabato 15 e Domenica 16 ottobre "buone pratiche " di Protezione civile

Informazioni Generali

  • 16 ottobre 2022
  • "IO NON RISCHIO": Sabato 15 e Domenica 16 Ottobre la Protezione civile scende in piazza per un weekend di iniziative dedicate alla prevenzione e formazione in caso di situazioni di emergenza.
"IO NON RISCHIO": SABATO 15 E DOMENICA 16 OTTOBRE LA PROTEZIONE CIVILE SCENDE IN PIAZZA PER UN WEEKEND DI INIZIATIVE DEDICATE​ ALLA PREVENZIONE E FORMAZIONE IN CASO DI SITUAZIONI DI EMERGENZA
 
Un intero weekend, Sabato 15 e Domenica 16 ottobre, dove a fare da protagonista sarà la nostra Protezione Civile con i suoi numerosi volontari impegnati nel raccontare e "formare" i cittadini su come affrontare le situazioni di emergenza che purtroppo oggigiorno sono sempre più frequenti. In particolare, il focus sarà su alluvioni e terremoti.
Non mancheranno anche le iniziative più ludiche per i bambini che potranno divertirsi tra moto d'epoca della Polizia locale ed esperimenti di comunicazioni radio.
 
"Anche quest'anno il nostro Gruppo comunale aderisce all'iniziativa "Io non rischio" - spiega Claudio Dotti, coordinatore della Protezione civile cittadina - che ricordo essere una manifestazione a carattere nazionale che vede in campo non solo la protezione civile ma anche tutti gli attori che vengono coinvolti nelle situazioni di emergenza. Ci saranno quindi anche i Vigili del Fuoco, la Croce Verde e la Polizia locale da cui la Protezione civile dipende. 
Sono contento - aggiunge Dotti - che finalmente si possa tornare in piazza, tra i cittadini e le famiglie, dopo due anni di restrizioni che ci hanno costretto a ridimensionare questo evento così importante per noi. Sabato mattina saremo tra i giovani in Via Milano, all'interno del polo professionale del Machiavelli, dove sarà allestito un gazebo e anche un percorso con varie esercitazioni. Alla mattinata, una sorta di Open Day, saranno invitate anche le famiglie degli studenti che potranno prendere parte all'iniziativa. Domenica, invece, saremo in piazza a Seggiano dove sarà allestita anche una tenda da campo oltre ai vari stand sulle buone pratiche di protezione civile. Ci aspettiamo la partecipazione di tanti cittadini e famiglie perché la prevenzione è fondamentale - conclude Dotti - e bastano poche nozioni per affrontare in maniera responsabile situazioni di emergenza.
Ricordo poi, grazie ai nostri volontari più giovani e social, che saremo anche in diretta sulla nostra pagina Facebook".
 
"Il tema emergenza climatica, con le tante conseguenze che porta con sé, è purtroppo argomento di tutti i giorni - commenta la sindaca Ivonne Cosciotti che ha anche la delega alla Protezione civile - ed è sicuramente un tema che ci accompagnerà per molti anni e che dobbiamo affrontare con tutte le nostre forze e capacità se abbiamo a cuore la salvaguardia del nostro Pianeta. Tutti noi ci siamo accorti dei forti e gravi mutamenti climatici, il cosiddetto "climate change", avvenuti negli ultimi anni - spiega la sindaca - che influenzano altri fenomeni e fanno sì che una semplice pioggia si trasformi in una bomba d'acqua, in alluvione con l'esondazione di fiumi oppure, all'estremo opposto, abbiamo assistito quest'estate a un periodo di grande siccità che ci ha fatto vivere in uno stato di allarme per l'emergenza idrica. A tutto questo non eravamo sicuramente preparati, e in particolare la nostra generazione, ed è solo in questi anni che abbiamo iniziato a muovere i primi passi con consapevolezza di dover affrontare una sfida davvero enorme. Da una parte - conclude la sindaca - c'è l'impegno, che parte soprattutto dalle future generazioni ma anche dalle istituzioni e da tutti noi, a cambiare comportamenti, abitudini adottando uno stile di vita più sostenibile, dall'altra c'è l'importanza della prevenzione e dell'informazione su come comportarsi in caso di calamità naturali che un tempo forse erano eccezionali ma che purtroppo oggi sono quasi nella normalità. Invito quindi tutti a partecipare a questa iniziativa così importante e a sentirci parte di quel cambiamento che diventa sempre più urgente e necessario".
 
Io non rischio
torna all'inizio del contenuto