Comune di Pioltello
Fotografia Notizie
1 Agosto 2013

Il Centro Diurno Estivo chiude in festa

E dà a tutti appuntamento all'anno prossimo

Il Centro Diurno Estivo saluta e da appuntamento all’anno prossimo. Venerdì 26 luglio, presso il plesso scolastico di via Galilei, si è svolta la festa di chiusura del centro estivo alla presenza dei bambini e dei genitori. Hanno inoltre portato i loro saluti l’Assessore al Commercio Raffaele Villani, la direttrice di Azienda Futura Giuditta Leoni e i rappresentati di Cavicel, una delle aziende del territorio che ha donato materiale da riciclo per le attività del centro.

I bambini hanno presentato gli oggetti realizzati durante le attività del centro, che quest’anno erano incentrate sui temi del riciclo e dell’arte.  Accompagnati dai musicisti del Civico Istituto Musicale “G. Puccini” e dai membri dell’Associazione Quattrocentoquaranta di Pioltello, i bambini hanno poi cantato l’inno del centro con gli strumenti che loro stessi hanno ideato e costruito.

«Desidero innanzitutto ringraziare e fare i complimenti agli educatori che vi hanno lavorato e ad Azienda Futura, che per la prima volta e con successo ha preso in gestione l’attività del Centro Diurno Estivo - ha spiegato l’Assessore ai Servizi Sociali Saimon Gaiotto - Stiamo pensando di estendere il servizio anche durante altri periodi dell’anno, come Natale e Pasqua, in modo da potenziare i servizi alle famiglie. È infatti intorno alle famiglie che intendiamo incentrare le nostre attività. Un ringraziamento, infine, alle aziende che ci hanno sostenuto fornendo il materiale di scarto. Il tema del riciclo e della sostenibilità sta infatti molto a cuore a questa Amministrazione, ed è uno dei valori intorno a cui cerchiamo di crescere i pioltellesi di domani».
 

Sembra che il tema del Centro Diurno Estivo sia stato apprezzato anche dalle famiglie, a cui è stato mandato un questionario di valutazione e dai primi risultati presenta un alto grado di soddisfazione.

Documenti associati

Per visualizzare i documenti in formato PDF è necessario aver installato l'ultima versione di Acrobat Reader, disponibile gratuitamente sul sito www.adobe.it
Per scaricare il download di OpenOffice accedere a www.openoffice.org